Advertisement

Domani, giovedì 17 dicembre, il Quartiere 4 di Firenze conferisce il premio Il “Quattrino” a Giancarlo Passarella per il rapporto tra musica e terapie del dolore. La cerimonia di consegna si svolgerà presso la sala consiliare di Villa Vogel a Firenze, con inizio alle ore 18.00. Per seguirla c’è la diretta streaming. La registrazione dell’evento sarà poi pubblicata sul canale Youtube del Quartiere 4.

Nella motivazione ufficiale si legge (come ci ha detto la giornalista Sarah Viola): “Giancarlo Passarella, giornalista e scrittore, per il lavoro di documentazione e divulgazione sul rapporto tra musica e terapie del dolore, oltre ad altre attività di volontariato”.

Advertisement

Ricordiamo anche che Mirko Dormentoni (il presidente del Quartiere 4) ha dichiarato: “Il Quattrino è un nostro simbolo di ringraziamento per le persone che testimoniano nel quotidiano e concretamente i temi della pace, della solidarietà e della difesa e valorizzazione dei beni comuni. Un piccolo riconoscimento alla cittadinanza attiva”.

Giancarlo Passarella, ovunque noto, è nato a Firenze il 10 maggio 1959 da genitori lucani. Bisnipote e nipote di boscaioli costretti ad emigrare in Argentina per il loro impegno politico e sociale. Suo padre, Maresciallo Maggiore dei Carabinieri, ha comandato diverse caserme in Valtellina. A Sondrio Giancarlo ha svolto il suo percorso scolastico sino al Liceo Scientifico. Ritornato a Firenze nel 1979 s’iscrisse alla Facoltà di Scienze Forestali. Dal 1996 è presidente dell’associazione culturale senza scopo di lucro “Ululati dall’Underground”, il “sindacato” dei fan club italiani dedicati ad artisti musicali. Ha collaborato a circa 200 dischi, svolto il ruolo di ufficio stampa per 57 tournée di rockstar (da Vasco Rossi ai Pink Floyd, da Eugenio Finardi ai Dire Straits), ha scritto 6 libri. Nel biennio 1986/87 ha svolto 20 mesi di Servizio Civile (come obiettore di coscienza), unendo impegno civile a cultura. Collabora con l’onlus “Vincere il Dolore” e si occupa della promozione giornalistica dei convegni dedicati alla sincronicità, voluti dallo Centro Multidisciplinare di Terapia del Dolore presso l’Ospedale Palagi di Firenze, coordinato dal dottor Paolo Scarsella. E’ socio del nucleo fiorentino dell’A.N.C. (Associazione Nazionale Carabinieri). Ultimamente ha messo a disposizione la sua esperienza per comprendere l’impatto della Riforma del Terzo Settore sulle associazioni di volontariato, dalla cultura alla sanità.

Nino Bellinvia

Advertisement
Articolo precedenteLa flotta delle zanzare
Articolo successivoDemocrazia ostaggio del bisogno: Movimento civico NOI e Movimento Equità Territoriale chiedono rinvio elezioni regionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui