Advertisement

Roma, 10 febbraio 2021 – “L’appello di Ance di prorogare il superbonus edilizio 110% va valutato e accolto. La richiesta evidenzia soprattutto come la misura sia riuscita a cogliere in pieno gli obiettivi per cui è nata e che, come maggioranza e PD, ci erano posti: rilanciare la conversione ecologica delle abitazioni con impianti energetici più efficienti e al tempo stesso garantire maggiore sicurezza contro le calamità naturali. Ma non solo, stiamo concretamente riattivando il settore edile, attraverso la leva del superbonus che è in grado di attirare nuovi investimenti e di creare nuova occupazione”. 

Così Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive della Camera, in merito alla posizione di Ance che ha evidenziato gli effetti positivi del superbonus: 6 miliardi l’anno di spesa aggiuntiva con un effetto totale sull’economia di 21 miliardi di euro e un incremento di circa 64.000 posti di lavoro nelle costruzioni, che arriverebbe a 100mila considerando i settori collegati.

Advertisement

“Crediamo sia utile che il nuovo governo valuti tutte le sue potenzialità e soprattutto garantisca che questi investimenti nell’edilizia sostenibile siano prolungati nel tempo, così da permettere alle famiglie di poter programmare gli interventi, e che le pratiche burocratiche e autorizzative siano rese più semplici, intervenendo anche sugli uffici comunali per renderli adeguati alle richieste dei cittadini”, conclude Nardi.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteDigital  Excess, governare l’uso eccessivo della tecnologia digitale
Articolo successivoIl giorno dopo l’eliminazione azzurra dalla Coppa Italia, il mio pensiero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui