Advertisement

AIDOS – Associazione italiana donne per lo sviluppo
UNFPA – Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione e
Agenzia di Stampa DiRE
presentano in contemporanea mondiale

il Rapporto sullo stato della popolazione nel mondo 2021

Advertisement

 

“Il corpo è mio.
Diritto all’autonomia e all’autodeterminazione”

14 aprile
alle ore 12.00 in diretta
Facebook sulle pagine AIDOS e DiRE

 

La ‘bodily autonomy’, in italiano ‘autonomia corporea’, e l’autodeterminazione di donne e ragazze sono al centro del nuovo Rapporto sullo Stato della popolazione nel mondo 2021.

Autonomia corporea significa avere la possibilità di decidere del proprio corpo e del proprio futuro, senza violenze né coercizioni. Per esempio se, quando e con chi avere rapporti sessuali; quando e con chi intraprendere una gravidanza; la libertà di andare presso un servizio sanitario ogni volta che se ne ha bisogno. Ma l’autonomia fisica di donne e ragazze è spesso limitata e condizionata, con gravi conseguenze su salute, benessere e potenzialità di crescita. Il diritto all’autodeterminazione si intreccia con quello all’integrità corporea: tutte devono poter vivere libere da atti perpetrati sul corpo senza consenso.

Le Nazioni Unite, nell’adottare l’Agenda 2030 e i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile, hanno fissato degli indicatori per aiutare i governi a monitorare i progressi del conseguimento del diritto alla salute sessuale e riproduttiva. Due in particolare sono stati individuati: il 5.6.1, che riguarda la percentuale di donne che, nella fascia di età 15-49 anni, prendono decisioni informate su rapporti sessuali, uso dei contraccettivi e cura della salute riproduttiva; il 5.6.2, che registra il numero di paesi dotati di leggi e regolamenti volti a garantire un accesso completo e uguale per tutte e tutti, a partire dai 15 anni, ad assistenza, informazioni ed educazione sulla salute sessuale e riproduttiva.
Qual è la situazione nel mondo rispetto a tali indicatori? Quali sono i progressi fatti?

I dati su autonomia e autodeterminazione di donne e ragazze sono illustrati nell’ultimo Rapporto UNFPA ‘Il corpo è mio. Diritto all’autonomia e all’autodeterminazione’ che sarà presentato in contemporanea mondiale il 14 aprile e che in Italia viene lanciato come ogni anno da Aidos.

Per il secondo anno consecutivo la partnership con l’Agenzia di stampa nazionale Dire darà la possibilità a tutte e tutti di seguire online la conferenza stampa di lancio.

 

Interverranno all’incontro: Marina Sereni, viceministra agli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale; Mariarosa Cutillo, chief of strategic partnerhips di Unfpa; Maria Grazia Panunzi, presidente di Aidos; ed Elena Ambrosetti, professoressa associata di demografia dell’università di Roma La Sapienza. Il tavolo sarà coordinato dalla giornalista e vicecaposervizio dell’Agenzia si stampa Dire, Silvia Mari.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteInnsbruck and Turin join Madrid as hosts of the Davis Cup by Rakuten Finals 2021
Articolo successivoDALLA SVIZZERA UN PREMIO “VERO” PER AIUTARE LE PMI E LE START UP PIÙ INNOVATIVE DEL MONDO DI OGGI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui