Advertisement

 

L’attivista politica di Pescara Ida Sciarra: Mio padre è affetto dalla demenza a corpi di Lewy.

Advertisement

 

 

La terza forma di demenza diffusa nell’essere umano dopo il morbo di alzheimer e la demenza vascolare è la demenza a corpi di Lewy, una malattia incurabile e degenerativa le cui conseguenze sono mortali. Le cause di questa forma di demenza sono da ricercare nella morte delle cellule cerebrali a causa dei corpi di lewy formatisi nel citoplasma di queste ultime. Le condizioni che favoriscono questa malattia possono essere di natura ereditaria oppure essere determinate dall’età avanzata.

 

L’attivista politica Ida Sciarra ha parlato assieme a suo fratello il regista Giuseppe Sciarra pubblicamente della malattia facendo riferimento alla situazione che vive la sua famiglia con suo padre, Antonio Sciarra, un ex insegnante di italiano, affetto da questa forma di demenza che si sviluppa nel morbo di parkinson.

 

” La nostra vita è cambiata dopo la malattia di nostro padre.  lo e mia sorella che assistiamo mio padre abbiamo a che fare con un uomo anziano di 80 anni che si è trasformato in un bambino problematico che ha perso l’uso del linguaggio e non è più  in grado di capire cosa dice il mondo esterno  perché del tutto incapace di fare un ragionamento logico e di conseguenza a organizzare i pensieri. Abbiamo difficoltà a farci comprendere da lui e ci armiamo di grande pazienza per andare incontro alle sue esigenze, comunicando spesso coi gesti. Mio padre non è  più  autosufficiente, non sa togliersi e mettersi i vestiti da solo e inoltre ha momenti in cui è iperattivo, bisogna stargli costantemente dietro badando a che non si faccia del male. A questo quadro drammatico si aggiungono  le allucinazioni, i cambiamenti di umore che ha ed i problemi col sonno.” , dice Sciarra.

 

La demenza a corpi di Lewy è la stessa che ha colpito Robin Williams e che ha portato il grande attore statunitense al suicidio, nonostante in un primo momento si pensasse che fosse stata la depressione la causa del gesto dell’attore di “Mrs. Doubtfire” e “L’uomo Bicentenario”” La malattia di mio padre gli fu diagnosticata all’incirca cinque anni fa. Anche se probabilmente lui era affetto da questa malattia da molti anni ormai. Notavamo in lui un particolare nervosismo negli ultimi dieci anni, un inconcludenza  nella quotidianità che non gli apparteneva, una paranoia verso gli altri, immotivata”, afferma Ida Sciarra.

 

La demenza a corpi di Lewy è sicuramente una malattia difficile da comprendere perché molto complessa. Arrivare a una diagnosi definitiva è complicato e anche quando viene diagnosticata è necessario un iter lungo per il paziente fatto di visite mediche e esami vari. Ad aggravare la situazione di per sé non semplice le poche informazioni sulla malattia date dai servizi preposti e le carenti strutture sanitarie in grado di accogliere queste persone e sostenere le famiglie spesso lasciate allo sbaraglio.

 

” Stiamo cercando di rendere gli ultimi anni di vita di nostro padre sereni nonostante il suo annientamento fisico e mentale. La nostra priorità è che lui stia bene nella malattia, soffrendo il meno possibile”, conclude Sciarra.

 

UFFICIO PGR

Agnese Bellavia

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSenso – Installazione di Monica Pennazzi | A cura di Roberta Melasecca | Inaugurazione 10 settembre 2022 | Grotta Giardini di Jos – Blera (VT)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui