Home La Voce degli AVVOCATI Metro C, SLATA vince in Corte dei Conti nel procedimento per danno...

Metro C, SLATA vince in Corte dei Conti nel procedimento per danno erariale di Roma Metropolitane Spa.

0
419

Metro C, SLATA vince in Corte dei Conti nel procedimento per danno erariale di Roma Metropolitane Spa.

La sentenza n. 149/2023 sancisce l’assoluzione del Responsabile Unico del Procedimento da ogni addebito relativo alla vicenda atto transattivo/atto attuativo.

SLATA Studio Legale ha assistito con successo il Responsabile Unico del Procedimento, Ing. Andrea Sciotti, tutt’ora in carica in Roma Metropolitane S.p.A., ottenendo l’assoluzione nel giudizio di primo grado in Corte dei Conti relativo ad un’ipotesi di danno erariale (domanda di circa 230 milioni di euro) verso tutti i vertici passati di Roma Metropolitane S.p.A.

Interamente partecipata da Roma Capitale, Roma Metropolitane S.p.A. è la società che svolge il ruolo di stazione appaltante per i lavori di costruzione della Linea C della metro, relativa ad un fatto di riserve riconosciute in via transattiva all’appaltatore (fatti del 2011/2014).

Tra gli imputati nel procedimento vi sono anche gli ex sindaci Alemanno e Marino, l’ex assessore Improta, e varie figure a livello anche ministeriale.

SLATA Studio Legale ha ottenuto l’accoglimento della tesi difensiva per la quale la relazione sull’equo compenso non ha collaborato al nesso di causalità perché successiva addirittura alla Delibera CIPE di finanziamento delle somme di atto transattivo.

La sentenza in generale è molto corposa e riporta moltissimi passaggi che meriterebbero un commento (gli aspetti pregiudiziali e preliminari, in parte discutibili). In sintesi i Giudici hanno ritenuto che fosse infondata solo la riserva n. 7 (perché il risarcimento del danno all’impresa era contrario alle previsioni di CSA) pertanto il danno erariale riconducibile alla fattispecie è stato limitato ad € 115.000.000,00 e stante la complessità della catena di comando e del nesso di causalità annacquato dai vari eventi, è stato addebitato nella misura salomonica del 2% (2.300.000,00) di cui € 800.000,00 a carico di Simonacci e Bortoli ciascuno, e di € 350.000,00 a Calzecchi ed Incalza ciascuno.

SLATA Studio Legale ha assistito il Responsabile Unico del Procedimento, Ing. Andrea Sciotti, nel procedimento con il Partner Avv. Andrea Accardo (in foto).

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy