Advertisement

Giorgia Meloni, Presidente del Consiglio, nel pomeriggio di sabato 3 dicembre chiude i lavori dell’ottava edizione della Conferenza Rome MED – Mediterranean Dialogues, che si tiene a Roma presso l’Hotel Parco dei Principi, Via Gerolamo Frescobaldi, 5, con il titolo “Weathering the storms: interdependence, resilience and cooperation”.  

 

Advertisement

La Conferenza, promossa a partire dal 2015 dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI), vede il 3 dicembre la partecipazione, tra gli altri, di: Gordan Grlić-Radman, Ministro degli Affari Esteri ed Europei, Croazia; Maria Tripodi, Sottosegretario agli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale; Yael Lempert, Principal Deputy Assistant Secretary of State per gli Affari del Vicino Oriente, USA; Robert Malley, Rappresentante Speciale per l’Iran; Paolo Gentiloni, Commissario Europeo per l’Economia.

 

I Rome Mediterranean Dialogues costituiscono la principale iniziativa di diplomazia pubblica della Farnesina a cadenza annuale. L’evento, co-organizzato con l’ISPI dal 2015, riunisce rappresentanti istituzionali, esperti, analisti, giovani ed esponenti della società civile, dell’economia e dei media per discutere delle principali sfide nel Mediterraneo e rafforzare la cooperazione intra-regionale, intorno a quattro pilastri; “Sicurezza condivisa”; “Prosperità condivisa”; “Migrazioni”; “Cultura e società civile”. L’evento mira a favorire un dibattito aperto e informale di alto livello sulle sfide nel Mediterraneo allargato per dare sostanza alla centralità di quest’area strategica per la politica estera dell’Italia, attraverso la definizione condivisa di una “Agenda positiva” per il rilancio della regione: da epicentro di crisi, il Mediterraneo deve tornare ad essere spazio di crescita e sviluppo per i suoi popoli, oltre che piattaforma materiale e ideale di connessione tra Europa, Africa e Asia.

Le sessioni di alto livello in programma quest’anno abbracciano un ampio numero di tematiche, legate anche ai riflessi della guerra in Ucraina sulla regione, in particolare in tema di energia e sicurezza alimentare. In particolare, il pilastro “Sicurezza” affronta tutte le priorità settoriali o trasversali che coinvolgono la regione, dalle crisi irrisolte al futuro del multilateralismo e dell’ordine globale. Il pilastro “Prosperità” include le questioni energetiche (sicurezza e transizione) e alimentari, la sicurezza idrica, il ripensamento delle catene globali del valore e l’adattamento delle aree urbane ai cambiamenti climatici. La parte “Migrazioni”  viene affrontata in maniera trasversale rispetto alle diverse sessioni. Su “Cultura e società civile” sono previsti panel dedicati a letteratura e lotta alla disinformazione.

Lo streming delle sessioni è visibil sul sito https://med.ispionline.it.  .

Per seguire l’evento dalla piattaforma virtuale occorrerà  registrarsi compilando l’apposito form. Gli interventi istituzionali verranno trasmessi in diretta streaming anche sul canale Youtube della Farnesina.

 

I giornalisti, i fotografi e gli operatori televisivi che intendono seguire i lavori del 3 dicembre in presenza e che non sono ancora accreditati  dovranno accreditarsi entro sabato 3 dicembre alle ore 12: 00, secondo una delle seguenti modalità:

 

–  documento di identità;

–  lettera della testata di appartenenza o, in assenza, tesserino professionale;

– Nota Verbale dell’Ambasciata a Roma del Paese dell’organo di stampa rappresentato (per i rappresentanti degli organi di stampa stranieri)

 

Gli interventi potranno essere seguiti direttamente nelle sale dei lavori (Sale Fernandes, Sforza e Farnese) da fotografi e operatori televisivi e in Sala Stampa tramite collegamento audio/video, dai giornalisti accreditati in presenza. L’ingresso per la stampa accreditata in presenza presso il Centro Congressi del Grand Hotel Parco dei Principi, Via Gerolamo Frescobaldi n. 5, sarà aperto Sabato 3 dicembre dalle ore 8:00 al termine dell’evento previsto per le ore 17

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteBrambilla, Unione Cattolica: “Giornata internazionale delle persone con disabilità, ma la loro partecipazione alla quotidianità è un percorso ad ostacoli”
Articolo successivoWhy Foreign diplomats in Dhaka must stop meddling in Bangladesh’s internal affairs?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui