Privacy Policy politicamentecorretto.com - Cultura, svago e divertimento con il Lions Club Massafra-Mottola “Le cripte” in gita sociale a Conversano e Polignano a Mare

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Cultura, svago e divertimento con il Lions Club Massafra-Mottola “Le cripte” in gita sociale a Conversano e Polignano a Mare

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

E’ stata una magnifica gita sociale quella che domenica scorsa, 5 ottobre, i soci del Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” hanno compiuto a Conversano e a Polignano a Mare.

La prima tappa è stata presso la Pinacoteca civica nel Castello degli Acquaviva d’Aragona di Conversano, città tornata protagonista della cultura, dell’arte e delle mostre di eccellenza. E l’ultima è “L’Eredità di Caravaggio in Europa – uno sguardo privato”, allestita al secondo piano del Castello. Ammirate da tutti le famose opere d’influenza caravaggesca, realizzate dal 1640 in poi, dal pittore seicentesco napoletano Paolo Domenico Finoglio, che era stato invitato a Conversano da Giangirolamo II d'Acquaviva (detto il Guercio delle Puglie) che, insieme alla moglie Isabella Filomarino (nipote del cardinale di Napoli e proveniente da una delle più prestigiose famiglie napoletane), gli commisionò un ciclo di opere per esaltare il potere e il prestigio della sua casata. Si tratta  di dieci tele che rappresentano il ciclo più importante del Seicento italiano dedicato al famoso poema “Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso, nel quale il pittore ha messo in primo piano i protagonisti della riconquista di Gerusalemme, i loro duelli, i loro amori.

Prima dell’inizio della visita, guidata da ottime guide, ha portato ai visitatori il suo saluto e quella della Città di Conversano, il sindaco avv. Giuseppe Lovascio che ha fra l’altro messo in evidenza come negli ultimi anni la pinacoteca abbia acquisito l'importanza che merita grazie anche a un assessorato che ha saputo dettare i tempi e gli obiettivi per renderla maggiormente valorizzata, come la prossima dotazione di un ascensore.

E’ stata una bella accoglienza e non è mancato il ringraziamento della prof.ssa Irma Rospo, presidente del Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” al gentilissimo sindaco con scambio guidoncino Lions-Comune alla presenza anche dell’avv. Caterina Coppi, presidente del Lions Club di Conversano.

La visita alla prestigiosa mostra (in esposizione anche dipinti del Netti) ha lasciato in tutti il segno. Mostra, come si è appreso, organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Conversano e che è stata possibile grazie a Luciano Treggiari di Lecce, alla cui collezione privata, appartengono circa settanta dipinti esposti di artisti che si sono appunti ispirati al pittore italiano Caravaggio e tra questi: Carlo Saraceni, Jacob Jordaens, Mattias Stomer, Pietro Novelli, Antiveduto Gramatica, Nicolas Renier, Andrea Vaccaro, Tophine Bigot, Claude Vignon, Bartolomè Esteban Murillo, Carl Loth, Jan Van Bijlert, Francesco Fracanzano . La seconda tappa è stata presso il museo civico, intorno al Chiostro di San Benedetto, dove con grande interesse sono stati ammirati reperti che vanno dalla preistoria all'età romana, selci paleolitiche, strumenti litici provenienti dalle grotte di Conversano e Monopoli, selci neolitiche e dell'età del bronzo. Ammirato, è stato anche il plastico del territorio che con alcuni frammenti di rocce costituisce un valido supporto didattico.

 

Usciti dal museo, con il pullman si è raggiunta la Masseria del Crocefisso, costruita sin dal 1600, e che si trova in una vera oasi di pace, ove si è consumato un abbondante e ottimo pasto. In una pausa si è anche svolto lo scambio del guidoncino tra i presidenti dei club Massafra-Mottola e Conversano.

Ripreso il viaggio con il pullman lungo una tranquilla strada alberata, si è arrivati a Polignano a Mare, importante centro turistico che riceve ogni anno numerosi turisti da tutto il mondo.

Attraversato a piedi l’Arco Marchesale ci si è subito trovati nel centro storico (breve visita alla Chiesa giungendo alle terrazze a picco sul mare di un blu intenso, dal quale è stato possibile ammirare un panorama davvero mozzafiato con le tante cavità rocciose, tra cui la famosa “Grotta Palazzese”. Davvero “uno scorcio di paradiso” che ha incantato tutti.  Commosso anche il cielo che a tratti… “lasciava” qualche piccola lacrima di pioggia…

 Su pullman, prima di giungere a Massafra, non sono mancati i ringraziamenti da parte di tutti al presidente del Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte”, prof.ssa Irma Rospo, e al perfetto organizzatore, come sempre, rag. Massimo Scarinci (1^ vice presidente). C’erano anche il past president prof. Michele Libraro e il prof. Diego Ludovico, incaricato per i rapporti con la stampa.

E’ stata una giornata di cultura, svago e divertimento da trascrivere tra le più indimenticabili.

Al centro della foto i presidenti dei Lions Club di Conversano e di Massafra-Mottola, Caterina Coppi e Irma Rospo, tra (da sx) Domenico Roscino, Pietro Risplendente e Nino Pinto.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)