Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

SPORT: CIOCCHETTI; PER OLIMPIADI 2020 SERVE UN SISTEMA DI PAESE UNITO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

- Salvaguardare società dilettantistiche e reintrodurre vecchia visita medica sportiva -

 

 

 “ Per le Olimpiadi del 2020 serve un sistema di paese unito come quello espresso oggi al convegno 'Il rapporto tra lo sport e la politica'. Non bisogna ripetere gli errori della candidatura alle olimpiadi 2004; l’Italia può vincere se tutte le forze politiche, quelle imprenditoriali e quelle sociali restano unite, riconoscendo  il ruolo fondamentale del Coni.” - è quanto dichiara il responsabile nazionale dello sport dell’UDC Luciano Ciocchetti intervenendo al convegno 'Il rapporto tra lo sport e la politica'.

 

“Lo sport nella società odierna assume una notevole importanza sia a livello di base che agonistico per questo deve essere difeso e tutelato sia sul piano sociale che economico. Per questo bisogna assumere impegni concreti - continua Ciocchetti -  verso tutto lo sport, in particolare quello dilettantistico. E’ fondamentale per la crescita sportiva e sociale del nostro paese, aiutare tutte  le piccole società dilettantistiche. Andrebbe anche individuata una norma che preveda agevolazioni fiscali per chi aiuta lo sport dilettantistico.”

 

“Altro punto cruciale che riguarda lo sport ed indirettamente il bene della collettività è quello relativo alla prevenzione della salute. Un modo pratico – aggiunge -  è ripristinare la vecchia e funzionale visita medica sportiva. Un passaggio fondamentale, per ridurre i costi onerosi della sanità, garantendo il giusto benessere.”

 

“Serve a tutti i costi valorizzare lo sport, - conclude Ciocchetti - in quanto portatore di una strategia di pari opportunità, di promozione della salute e dell’educazione, merita una particolare attenzione da parte delle scuole. E’ stata, del resto, la stessa Unione europea che, nell’istituire nel 2004 l’Anno europeo dell’educazione attraverso lo Sport, ad invitare a riconsiderare i rapporti tra educazione e Sport.”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)