Privacy Policy politicamentecorretto.com - Caso Cucchi. Ci voleva il morto per modificare una disposizione disumana

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Caso Cucchi. Ci voleva il morto per modificare una disposizione disumana

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti parlamentare Radicali-Pd e di Irene Testa Segretaria Associazione Il Detenuto Ignoto *

E' stata modificata la disposizione che impedisce ai familiari di incontrare, senza autorizzazione del magistrato, i medici che in ospedale hanno in cura un proprio congiunto quando lo stesso e' detenuto-paziente. Per farlo c'e' voluto un morto -Stefano Cucchi- e un caso finito su tutte le cronache dei media. Un provvedimento che non aveva senso da un punto di vista della sicurezza, mentre da quello sanitario non permetteva al medico di acquisire dai familiari informazioni utili sul paziente. Un provvedimento che da un punto di vista umanitario lasciava molto a desiderare abbandonando i familiari all'arbitrarieta' della decisione di medici e agenti penitenziari di turno. Da quanto si apprende anche dalla stampa, i medici solitamente non rifiutano i colloqui con i parenti, ma nel caso Cucchi l'applicazione rigorosa del regolamento ha suscitato quelle critiche che hanno poi portato alla modifica, cosi' come si apprende dal documento reso pubblico oggi con l'ordine di servizio d
 el dr.
Carmelo Cantone.
C'e' voluto un morto per modificare un regolamento che tutti dichiaravano sbagliato tanto da disattenderlo!

* Irene Testa e' al quattordicesimo giorno di sciopero della fame per chiedere che il Parlamento calendarizzi la mozione sulle carceri dei deputati Radicali, mozione sottoscritta anche da 81 parlamentari di diversi schieramenti.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)