Privacy Policy politicamentecorretto.com - Allarme degli industriali pugliesi per mancata approvazione emendamento MUD

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Allarme degli industriali pugliesi per mancata approvazione emendamento MUD

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 Il Presidente Vicario di Confindustria Puglia, Luigi Sportelli, interpretando il disagio di tutte le imprese rappresentate dalle altre Organizzazioni datoriali regionali e in linea con la posizione espressa dagli Organismi nazionali di Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, CNA, Casartigiani e Confesercenti, solleva il grido di allarme per la mancata approvazione dell’emendamento sulla proroga dei termini di presentazione del MUD, il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, in scadenza a fine mese.

Una situazione che crea grave disagio e contribuisce a peggiore la situazione del sistema produttivo pugliese, in particolare delle piccole e medie imprese, che vivono già in una situazione congiunturale non positiva.

Infatti, numerose imprese, se il Governo non interverrà con urgenza, si troveranno fuori legge e soggette a pesanti ed ingiuste sanzioni per aver fatto affidamento agli annunciati e numerosi impegni già assicurati dal Governo. Le imprese meritano più attenzione. Da mesi, infatti, Confindustria insiste per una norma di proroga sulla quale il Governo si era detto d'accordo, ma purtroppo si è giunti ad una situazione paradossale che potrebbe esasperare le imprese poste di fronte a regole prive di certezza e di chiarezza.

A tal fine anche gli industriali pugliesi, all’unisono con le richieste già avanzate a livello nazionale, chiedono la necessità e l'urgenza che il Consiglio dei ministri, convocato per domani, individui una soluzione rapida e condivisibile in materia deliberando una proroga dei termini di presentazione del Mud con uno specifico decreto legge.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)