Privacy Policy politicamentecorretto.com - Intervista all'on. Sircana

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Intervista all'on. Sircana

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

L’onorevole Sircana, portavoce del Presidente del consiglio Romano Prodi, sulla missione ad Atene

Come si è svolta la missione in Grecia, quale l’oggetto degli incontri?

La missione si è incentrata su due incontri, uno col presidente ed una seconda col Primo Ministro Greco.
In particolare, con quest’ultimo, Karamanlis, abbaiamo intrattenuto un colloquio particolarmente intenso dedicato a tutti i dossier del cosiddetto rapporto bilaterale. Ma soprattutto c’è stato un approfondimento giudicato da Prodi molto interessante sul tema dei Balcani.
Balcani visti sia come futuro attore anche se non protagonista delle politica europea. Cioè la necessità di convogliare i paesi di quell’area, nel processo di integrazione europea cosa che ha trovato l’accordo pieno dei greci.
Balcani anche come occasione di sviluppo e cooperazione per Grecia ed Italia insieme.
Uno degli argomenti che sono stati lasciati ovviamente sospesi ma che si sono ripromessi di approfondire, è proprio quello di una forte cooperazione tra l’Italia e la Grecia in iniziative di sviluppo nei Balcani, in grandi infrastrutture, in sistemi viari e ferroviari e via dicendo dove, a detta del Primo Ministro greco, ma anche di Prodi stesso, una sinergia Italia Grecia potrebbe avere buoni frutti.

Avete riscontrato problemi comuni?

Abbiamo parlato di Albania, ovviamente prendendo atto del fatto che è un paese che sta facendo straordinari progressi. Si è parlato del tema dell’immigrazione che è un problema che riguarda tutti i paesi mediterranei che sono, diciamo, fronte mare e che, quindi, sono suscettibili di essere luogo di sbarco di grandi ondate di immigrazione.
Si è condivisa l’idea di una politica comune, di controllo dell’immigrazione da parte di tutti i paesi europei ed in particolare dei paesi europei del mediterraneo.
Si è parlato di mediterraneo come il bacino nel quale sviluppare una nuova politica di relazione tra sponda sud e sponda nord.
Prodi ha rilanciato le sue proposte che ha già formulato praticamente a tutti i paesi del Nord Africa e sta lanciando a tutti i paesi europei che insistono sul mediterraneo.
Ha auspicato la creazione di alcuni organismi di attività bilaterale che possono riguardare l’Università e la finanza.
Si parla di una banca mediterranea, si è parlato di iniziative di questo genere. Anche su questi argomenti, il governo greco è stato molto recettivo.


 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)