Privacy Policy politicamentecorretto.com - Garavini (Pd): “Chiusura Uffici ENIT incoerente con esigenza di rilanciare turismo”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Garavini (Pd): “Chiusura Uffici ENIT incoerente con esigenza di rilanciare turismo”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

“Si garantiscano all’ENIT le risorse necessarie per la sopravvivenza degli Uffici all’estero”

 “La chiusura degli Uffici ENIT di Monaco di Baviera e di Amsterdam contrasta con l’esigenza di rilanciare il turismo in Italia in crisi. Le decisioni di chiusura sono state adottate in sordina e in un preoccupante clima di confusione, ignorando la valenza strategica delle sedi e i diritti di coloro che per anni vi hanno lavorato.” Lo sostiene l’on. Laura Garavini presentando un’interrogazione alla Presidenza del Consiglio e al Ministero del Turismo, concernente le chiusure di alcuni Uffici all’estero dell’Agenzia Nazionale del Turismo. “Il lavoro degli Uffici ENIT all’estero” spiega la deputata Pd “procura migliaia di posti di lavoro in Italia. Chiuderli comporta un’inevitabile riduzione del numero di turisti e, arrecando un significativo danno economico all’Italia, vanifica ogni intento di risparmio.” “Al Ministero del Turismo chiediamo di garantire all’ENIT il sostegno necessario per continuare a investire sugli Uffici all’estero e sulle professionalità che si sono dimostrate capaci di promuovere con ottimi risultati il turismo in Italia. La motivazione addotta sulla mancanza di fondi non é credibile. Lo é ancora meno dopo che nelle ultime settimane anche la Corte dei Conti ha messo in luce il modo decisamente sospetto in cui il Ministero ha speso le risorse pubbliche” ha concluso la Garavini.

Roma, 3 gennaio 2011  Ufficio dell’onorevole
Laura Garavini
Camera dei Deputati
Piazza San Claudio 166
00187 Roma
Tel. +39 06 6760 6156
Garavini_L@camera.it
www.garavini.eu

Invia commento comment Commenti (0 inviato)