Privacy Policy politicamentecorretto.com - Pon Sicurezza. Tornano a vivere due beni confiscati nel Salento alla Sacra Corona Unita

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Pon Sicurezza. Tornano a vivere due beni confiscati nel Salento alla Sacra Corona Unita

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 


A Lecce, nella Masseria Ghermi, verrà realizzato un centro per l’accoglienza dei senza tetto e a Taurisano tre immobili saranno destinati al reinserimento dei giovani a rischio devianza.
Verranno riqualificati e restituiti alla collettività alcuni beni confiscati alla criminalità organizzata situati in Provincia di Lecce, oggetto di due progetti approvati nell’ambito dell’Obiettivo Operativo 2.5 (Migliorare la gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata) del PON Sicurezza, il Programma cofinanziato dalla Ue e gestito dal Ministero dell’Interno.
La Masseria Ghermi si trova sulla via Adriatica a Lecce ed è composta da tre fabbricati in cattivo stato e da un terreno di oltre 29mila metri quadri. Un tempo destinato alla produzione di mattoni, il complesso immobiliare è stato confiscato ad Angelo Vincenti, esponente della Sacra Corona Unita. Ora, grazie a un finanziamento di 2,1 milioni di euro, verrà ristrutturato e messo in sicurezza. Il progetto, presentato dal Comune di Lecce, denominato ‘Koine’ e prevede l’affidamento del bene a una cooperativa sociale scelta attraverso un procedimento di evidenza pubblica e composta da ex detenuti e soggetti condannati ammessi a misure alternative alla detenzione. La cooperativa svolgerà attività di accoglienza temporanea dei senza tetto. Il centro sarà dotato di 25 posti letto e ciascun utente potrà usufruire delle prestazioni per un periodo continuativo non superiore a 90 giorni.
I tre immobili interessati dal progetto “PONte CreATTIVO”, presentato dal Comune di Taurisano, si trovano in via Spagna, via Monte San Michele e via Crispi. Sono tutti e tre riconducibili a Giuseppe Scarlino, per oltre 20 anni a capo della  Sacra Corona Unita nel Salento del sud. All’interno di tali beni, ristrutturati grazie alle risorse del PON Sicurezza pari a 561mila euro, verranno avviati percorsi di integrazione e reinserimento lavorativo e sociale di giovani a rischio ed ex detenuti di età compresa fra i 18 e i 30 anni. Così, per esempio, verranno attivati un laboratorio di mosaico, uno di lavorazione della pietra leccese, un laboratorio di decoupage, cartapesta, pittura, grafica. In un altro immobile sarà allestita una sala vendita dei prodotti realizzati dai ragazzi.  Altri spazi saranno destinati all’assistenza socio-psicologica e alle attività ricreative e culturali. Per maggiori informazioni www.sicurezzasud.it - UFFICIO STAMPA PON SICUREZZA OBIETTIVO CONVERGENZA - Tel. +39  06/46535396; e-mail: ufficiostampa.ponsicurezza@interno.it - Responsabile Ufficio stampa: Annamaria Graziano  - Ufficio stampa: Alessandra Severini, Cecilia Ferraro, Michele Guerriero, Costanza Azzarone. Addetto Stampa: Debora Piccolo - mob: +39. 333.5889436; e-mail: d.piccolo@ocmmedia.com. Nella foto la Masseria Ghermi.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)