Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: a quando la potatura dei platani?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: a quando la potatura dei platani?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Un nuovo pressante appello parte dalla collina all’amministrazione comunale. “ Nonostante la stagione invernale sia oramai inoltrata non è ancora iniziata l’operazione di potatura degli alberi nelle strade del quartiere Vomero  -  afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Un’operazione che notoriamente va eseguita proprio nel periodo invernale, prima che comincino a fioriere le gemme e che spuntino nuovi rametti, pure per riequilibrare alberi che potrebbero risultare sbilanciati o che oscillano molto in caso di vento forte, con il rischio che si possano schiantare al suolo, con conseguenti pericoli “. In questi casi proprio durante le operazioni di potatura si procede ad alleggerire la chioma dal lato dove l’albero pende e, se oscilla molto, esso può anche essere ridotto in altezza.

 

 “ I rami di alcuni platani secolari, molti dei quali da tempo privi della necessaria potatura, arrivano oramai, in diversi casi, fino al quarto piano degli edifici spingendosi verso finestre e balconi delle abitazioni – continua Capodanno -, costringendo, sovente, i residenti a non aprire gli infissi durante l’estate. Senza considerare che molte di queste essenze, attaccate da malattie quali il cancro rosa o afflitte dalle “ cimici del platano “ sono state in passato eliminate o sono cadute, senza peraltro che nelle fonti d’albero, rimaste vuote, si provvedesse a mettere a dimora nuove essenze. Una situazione che andrebbe opportunamente monitorata, effettuando tutti gli interventi che si rendessero necessari “.

 

“ L’approssimarsi della primavera, laddove non si provvedesse per tempo, non potrà che aggravare questo stato di cose, riproponendo le stesse situazioni che si sono verificate in passato – conclude Capodanno -. In un recente passato pioggia e vento hanno abbattuto decine d’alberi malati, laddove altri sono stati tagliati in quanto minacciavano di cadere da un momento all’altro. Occorre un intervento immediato ed urgente teso a scongiurare che queste situazioni si ripetano, sia attraverso un’opportuna potatura sia prestando le necessarie cure alle piante che risultassero affette da patologie “.

 

Sulla delicata questione Capodanno sollecita ancora una volta gli uffici preposti dell’amministrazione comunale partenopea.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)