Privacy Policy politicamentecorretto.com - Reticenze della Chiesa

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Reticenze della Chiesa

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

La Chiesa è attenta, molto attenta al Diritto canonico, tanto è vero che recentemente l'arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori, basandosi proprio su di esso, ha addirittura sollevato dall'incarico  il sacerdote Alessandro Santoro, per aver unito in matrimonio una donna, ex uomo. Ma stranamente si è dimenticata del Diritto canonico, quando ha autorizzato la sepoltura del boss della Magliana, Enrico De Pedis, nella Basilica di Sant'Apollinare, a Roma. Eppure il Diritto canonico recita chiaramente: "Non si seppelliscano cadaveri nelle chiese, eccetto che si tratti di seppellire il Romano Pontefice oppure, nella propria chiesa, i Cardinali o i Vescovi diocesani anche emeriti" (Can. 1242). Si dà il caso però che De Pedis oltre a non essere un vescovo, fosse un pericoloso bandito.  Ora, perlomeno i fedeli non avrebbero diritto ad una spiegazione da parte della Chiesa? Perché tanta reticenza?. La Chiesa non può avere segreti.  I segreti mal si conciliano con l'amore, poiché dividono gli uomini, non li uniscono. Dove ci sono segreti non c'è comunione. Il segreto appartiene alle tenebre.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)