Privacy Policy politicamentecorretto.com - Regionali, Polverini: "Lotta contro di me? Non penso". Intanto il Pdl annuncia il ricorso al Consiglio di Stato

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Regionali, Polverini: "Lotta contro di me? Non penso". Intanto il Pdl annuncia il ricorso al Consiglio di Stato

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Prosegue il dibattito in seno ai partiti dopo che il Tar del Lazio con un'ordinanza ha respinto la richiesta con la quale il Pdl contestava la decisione della Corte d'Appello di escludere la lista di Roma dalle elezioni regionali. Intanto, i giudici hanno fissato al 6 maggio prossimo la discussione di merito sul ricorso del Pdl. I giudici non sono entrati nel merito della questione decidendo soltanto in merito alla richiesta di sospensione cautelare del provvedimento di esclusione della lista che potrebbe comunque essere ammessa grazie al nuovo iter avviato in giornata presso l’ufficio elettorale del Tribunale, che ha 24 ore per pronunciarsi sull'accettazione degli elenchi. ''Sicuramente faremo ricorso al Consiglio di Stato'', ha detto intanto il responsabile elettorale del Pdl Ignazio Abrignani commentando la decisione del Tar. LA DIRETTA:13.20 - Tar del Lazio pubblica ordinanza dello stop al Pdl - E' stata formalmente pubblicata l'ordinanza con la quale il Tar del Lazio ieri ha respinto la richiesta del Pdl presentata per contestare la decisione del 3 marzo scorso con la quale l'ufficio elettorale regionale aveva respinto l'appello del Partito contro il rigetto dell'istanza di riammissione per il deposito della lista Pdl al fine di partecipare all'elezione regionale di fine mese. Ad attendere la pubblicazione della decisione e il successivo rilascio delle copie autentiche della stessa c'erano numerosi legali e rappresentanti di studi legali interessati dal procedimento amministrativo.12.50 - Epifani: "Un decreto in campagna non si era mai visto" - Il decreto salva-lista "preoccupa" la Cgil: "un decreto in campagna elettorale non si era mai visto" dice il segretario generale dell'Organizzazione, Guglielmo Epifani, che annuncia l'intenzione di partecipare alla manifestazione di sabato perché, dice "ne condivido gli obiettivi da cittadino". "C'é un filo rosso che lega i diritti dei cittadini ai problemi dei lavoratori e al rispetto delle regole della democrazia" ha detto ancora Epifani presentando i temi della manifestazione che la Cgil terrà un giorno prima, venerdì, a difesa del lavoro. Secondo Epifani "la democrazia si sostanzia anche nelle sue regole e questo - ha concluso - non vale solo per il sindacato".12.35 - Bindi: "I prepotenti non risolvono i problemi del Paese" - "E' arrivato il momento di parlare di programmi, di lavoro, di famiglia, salute, di economia. Chi viola la legalità, chi si scrive le norme a proprio uso e consumo, chi fa il prepotente e l'arrogante, poi non è neanche capace, come abbiamo visto in questi anni, di risolvere i problemi degli italiani". Così Rosy Bindi a Salerno, rispondendo ai giornalisti a margine di un incontro elettorale per sostenere la lista del Pd in Campania.12.30 - Bersani: "Berlusconi ci ha solo insultato" - "Non mi aspetto che Berlusconi cambi opinione. A noi ci ha sempre e solo insultati, quindi per me pensare che cambi atteggiamento per cercare una soluzione è un periodo del terzo, anzi del quarto tipo". Così il segretario del Pd Pier Luigi Bersani risponde ai giornalisti che in Transatlantico gli chiedono se è ipotizzabile un'ammissione di responsabilità da parte del premier sul caos liste con la richiesta di cercare una soluzione condivisa.11.50 - Bersani: "Di Pietro sa che la piazza è contro il Governo" - "Non ci sono dubbi per nessuno che la manifestazione di sabato è sotto il segno della piena responsabilità del governo". Così il segretario del Pd Pier Luigi Bersani risponde ai giornalisti che gli chiedono se il leader Idv Antonio Di Pietro saprà evitare di trasformare la manifestazione di sabato a piazza del Popolo in una protesta contro il presidente della Repubblica. "Le dichiarazioni di oggi sono molto positive", chiosa poi Bersani commentando le affermazioni in mattinata di Di Pietro.11.45 - Vendola: "Decreto colpo di coda del berlusconismo" - Il decreto legge del Governo in materia elettorale è "un colpo di coda di una stagione, quella del berlusconismo, che ha fatto molti danni all'Italia". Lo ha detto stamani Nichi Vendola (Sel) parlando a margine di una iniziativa elettorale in corso a Firenze. "E' stato un atto di arroganza - ha detto Vendola - che contiene un elemento di offesa alla nostra civiltà giuridica, allo stato di diritto, l'idea che le regole valgono per tutti tranne che per Berlusconi e la sua coalizione. Questa idea è stata battuta in tribunale ma bisogna saper leggere dietro questo maldestro tentativo di infliggere un ulteriore colpo alla cultura della legalità".11.40 - Renzi: "Pdl vergogna, non si vince con i ricorsi" -  E' un passo dell'intervista al sindaco di Firenze Matteo Renzi pubblicata sul Corriere della Sera. "Più che l'indignazione - ha aggiunto Renzi - mi piacerebbe che coltivassimo le speranze della gente; va bene farsi del male da soli ma si sta esagerando. Io sto con Napolitano senza se e senza ma, di fronte al disastro prendersela col presidente è inaccettabile. Siamo dei leghisti di sinistra ad attaccare il Quirinale".11.30 - Bersani: "Ministri evitino ipotesi di rinvio voto" - "La smettano di avanzare ipotesi sul rinvio del voto delle regionali, il centrodestra si calmi perché ogni passo ulteriore porta altra confusione, ha detto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani a piazza del Parlamento da dove partiranno due pullman del partito che porteranno i deputati in giro per l'Italia ad illustrare le loro proposte.11.15 - Capezzone": Esclusione del pdl colpo per la democrazia" - "Da una parte - osserva il portavoce del Pdl - c'è chi (ciascuno nel proprio ruolo e nell'esercizio delle proprie funzioni e responsabilità) ha agito e sta agendo con saggezza e ragionevolezza, per tutelare i diritti degli elettori: si tratta del Governo e del Presidente della Repubblica, le cui parole dovrebbero essere ricordate da tutti. Ddall'altra vi è un insieme di forze (le opposizioni, segmenti di mondo giudiziario, settori della stampa) che sembrano scherzare col fuoco, e fingono di non comprendere che l'eventuale esclusione dalla competizione del primo partito del Paese rappresenterebbe una ferita profonda e gravissima alla democrazia italiana".11.00 - Polverini: "Lotta contro di me? Non penso" -  Secondo la candidata del centrodestra a presidente della Regione Lazio dietro il caos delle liste nel Lazio "non si nasconde una lotta all'interno della maggioranza" contro di lei. Lo ha detto nel corso della trasmissione televisiva 'Il Caffe' su Rainews 24. "Non penso di poter giustificare un caos così grande. Forse - ha risposto al giornalista - mi si sopravvaluta in questo senso". "Ho fatto la sindacalista per 27 anni e ho accettato questo incarico - ha aggiunto - nell'interesse delle persone. Faccio una campagna elettorale sui temi che interessano le persone e non credo di aver pestato i piedi a nessuno".10.30 - Di Pietro: "Berlusconi assassino della legalità" - Sabato prossimo il centrosinistra sarà "in piazza insieme con tanta determinazione perchè conosciamo per nome e cognome chi è l'assassino della legalità, che si chiama governo Berlusconi" dice Antonio Di Pietro, leader dell'Idv.

 http://notizie.tiscali.it/articoli/politica/10/03/09/regionali-caos-liste-diretta.html

Invia commento comment Commenti (0 inviato)