Privacy Policy politicamentecorretto.com - 7° “Festival itinerante delle coreografie in maschera” con spettacoli in Puglia e Basilicata

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

7° “Festival itinerante delle coreografie in maschera” con spettacoli in Puglia e Basilicata

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 “La danza è una poesia dove ogni movimento è una parola”, “La fiamma dello spirito musicale è nella danza”. Sono queste le parole di due degli spot della Settima edizione del “Festival itinerante delle coreografie in maschera”, promosso dall’Associazione culturale “Lilliput” onlus di Massafra, la più rappresentativa nella fascia Jonica nel settore della danza e del ballo “goliardico”,  per la riscoperta delle tradizioni artistiche e alla valorizzazione del patrimonio culturale di Puglia e Basilicata. Coinvolti la Regione Basilicata (patrocinio della Provincia di Matera, Comune di Bernalda, APT Basilicata e “Fondazione” - Cassa di Risparmio di Calabria e Lucania) e la Regione Puglia (patrocinio Provincia di Taranto, Comune di Castellaneta, Comune di Palagiano, Taranto Azienda di Promozione Turistica e Associazioni Operatori Turistici “Terra della Gravine”), mentre per la parte commerciale vede la partecipazione dei Negozi Centroscport, Idraulica f.lli Laterza, Acquazzurra Park, negozi Gulliver, Schiavone Group s.r.l..
Esibizioni di scuole di ballo e di danza, gruppi folkloristici e sbandieratori nei comuni pugliesi di Massafra, Palagiano e Castellaneta Marina e nel comune lucano di Metaponto di Bernalda, Comuni sedi di tappa che hanno origini storiche-culturali sulle quali si fondano usi e costumi dei loro territori. “L’idea del Festival (ha fra l’altro detto Piero Locorotondo) è quella di dare spazio e risalto ai “figuranti” all’evento carnevalesco più rappresentativo della provincia di Taranto, quale il Carnevale di Massafra. “Figuranti”, ovvero i ballerini delle scuole di danza che si alternano sul palco Lilliput in performance  danzanti in completa versione “estiva”, tutte diverse tra loro, sia per discipline, sia per luoghi di provenienza e sia per età.
Il Convegno d’illustrazione della manifestazione è avvenuta lo scorso 16 luglio presso il Palazzo Margherita di Massafra, città di residenza della Lilliput,  ove sono nate le “coreografie in maschera”: Proprio Massafra è stata la prima tappa pugliese (giorno 20 luglio) con esibizioni di scuole di ballo e danza locali con altre giunte dai paesi vicini. Sempre nella stessa cità, nei giorni precedenti si era tenuto un Convegno per illustrare manifestazione. In tale occasione il presidente dell’Associazione “Lilliput”, Piero Locorotondo, ha chiarito il programma nei minimi dettagli e presentato rappresentanti delle scuole di ballo, danza e gruppi sportivi aderenti all’iniziativa: Presenti anche varie autorità degli enti amministrativi pugliesi e lucani, aderenti alll’iniziativa, che nei loro interventi hanno espresso una completa condivisione nell’operatività dell’associazione Lilliput sul territorio, dando anche l’input per una collaborazione continuativa nel tempo.
Prima di Massafra, Il “Festival itinerante delle coreografie in maschera,  ha fatto tappa nei giorni 20 e 27 giugno e 3 e 10 luglio, con esibizioni danzanti, presso l’”Acquapark acquazzurra” di Metaponto di Bernalda: Prossime tappe: giorno 24 luglio in piazza Kennedy a Castellaneta Marina (con la partecipazione di scuole di ballo provenienti sia dalle province di Taranto e Matera) e giorno 29 aprile a Palagiano in Viale Stazione.
L’associazione Lilliput in occasione del VII Festival ha stretto collaborazione con l’associazione Gogliardica carnevalesca “Chiacchierefrutte” di Massafra al fine di portare avanti un programma dal nome “Cartapenstando”, legato alla cartapesta in un modo diverso ed inusuale, ovvero la lavorazione e creazione di maschere, souvenir,  complementi d’arredo proprio al fine di valorizzare in un modo inusuale ed insolita“l’arte massafrese” .
Sono stati realizzati dei manufatti ad hoc, esposti con un gazebo nelle vicinanze dei palchi allestiti per la manifestazione. Per informazioni: associazionelilliput@libero.it

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)