Privacy Policy politicamentecorretto.com -    Il Cdm ha indetto, per il 9 febbraio 2011, la giornata nazionale degli stati vegetativi

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

   Il Cdm ha indetto, per il 9 febbraio 2011, la giornata nazionale degli stati vegetativi

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Il Cdm ha indetto, per il 9 febbraio 2011, la giornata nazionale degli stati vegetativi. Che contentezza! Già la mia felicità è stata grande quando sono venuta a sapere che lo Stato, qualora venissi a trovarmi in stato vegetativo, si sostituirebbe al buon Dio che magari mi vorrebbe subito con sé in paradiso, e mediante un bel sondino (un semplice sondino) nello stomaco, provvederebbe a tenere in vita il mio corpo. Che grande consolazione! Lo Stato  affiderà il mio corpo a qualche brava suorina, la quale provvederà a cambiarmi il pannolone, a rigirarmi ogni tanto per evitare le piaghe da decubito, mi laverà, mi pettinerà, mi rimboccherà le coperte, come facevo io da piccola con la mia Barbie; mi dirà dolci parole e magari, vedendo una smorfia sul mio volto imbruttito, s'illuderà d'aver ricevuto in risposta un bel sorriso. Anch'io m'illudevo con la mia bambolina. Ed ecco ora la nuova bella notizia. Praticamente il 9 febbraio potrebbe essere la mia festa. La suorina farà qualche carezza in più al mio corpo, mi pettinerà con maggior cura, mi cambierà una volta in più il pannolone, e con tante cure e tanto amore, chissà che il mio corpo non potrà vegetare più a lungo?  Da piccina avevo una mamma che si prendeva cura della mia vita, adesso ho trovato una grande mamma, lo Stato, che si occupa della mia morte. Ne va un pochino della mia libertà, è vero, ma che importanza ha? Le Barbie hanno forse bisogno della libertà?

 

Elisa Merlo

 

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data byalfred, 29 Novembre, 2010 18:43:18
    Chi decide che il suo corpo sia tenuto in vita in ogni caso e con qualsiasi mezzo lo può fare, nessuno lo vuole impedire. Ma perchè si vuole negare agli altri la possibilità di decidere il contrario (e non è eutanasia!!)?