Privacy Policy politicamentecorretto.com - Giornate di studio e Workshop con oltre 25 relatori

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Giornate di studio e Workshop con oltre 25 relatori

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 A Massafra, in Puglia, Giornate di studio e Workshop con oltre 25 relatori.In seno al progetto Cultural Rupestrian Heritage in the Circummediterranean Area: Common Identity, New Perspective (CRHIMA-CINP), l’Archeogruppo “E. Jacovelli” onlus e l’Università degli Studi di Firenze presentano le prossime giornate di studio e i workshop che si terranno a Massafra dal 28 aprile al 7 maggio 2011 e che fanno seguito al convegno “Giornate internazionali di studio in Terra Jonica - L’Habitat rupestre nell’Area mediterranea” svoltosi a Massafra e a Palagianello dal 29 al 31 ottobre 2010. Nuove giornate, quindi, previste dal progetto indicato all’inizio (cofinanziato dalla Direzione Generale Educazione e Cultura della Commissione Europea nell’ambito del “Programma Cultura 2010-13”).
Da ricordare che lo scorso anno per la prima volta un convegno di studio sugli insediamenti rupestri, ha visto la presenza di oltre 40 relatori e di 80 studiosi di 7 Paesi (Spagna, Francia, Germa¬nia, Italia, Grecia, Turchia e Malta), di 11 Università italiane e straniere, di 10 tra Fondazioni e Centri di ricerca.
Ora, mentre è in stampa il volume degli Atti del Convegno, l’Archeogruppo “E. Ja¬covelli” onlus, di concerto con l’Università degli Studi di Firenze – Facoltà di Architettura (capofila) ha organizzato questo Workshop di 10 giorni aperto a dot¬torandi, laureandi e studenti.
Tra le iniziative del Workshop vi è la celebrazione della prima Giornata Europea dell’Habitat Rupestre che vede impegnati Enti preposti ed Enti locali (Regioni Puglia e Basilicata, Province di Taranto, Bari, Brindisi, Lecce, Matera e relativi Comuni) insieme a Fondazioni, Associazioni culturali, operatori turistici e agrituristici, aziende agricole e commerciali attive sul territorio.
Enti e i Comuni dispongono per il 1° maggio l’apertura e la visita gratuita dei siti rupestri delle due Regioni, e gruppi e associazioni organizzano momenti di festa con sagre di prodotti tipici, artigianato, canti e balli della tradizione popolare, rappresentazioni teatrali. Per gli iscritti al Workshop sono previsti due giorni di Educational tour guidato da soci dell’Archeogruppo, un giorno di convegno (con oltre 25 relatori) e sette giorni di rilievi di siti rupestri con laser-scanner e lezioni propedeutiche e laboratori.
Il Workshop sarà occasione per una lettura completa del territorio; per ricevere nozioni di tutela e valorizzazione del patrimonio rupestre, di progettazione per la riqualificazione del territorio; di lettura botanica delle erbe medicinali; di rilievi foto- filmati, architettonici e disegno dal vero dei vari siti e lettura storico-artistica degli affreschi. Tutti i dati raccolti confluiranno nella banca dati in preparazione per il Centro Internazionale di Documentazione sul  Rupestre Circummediterraneo. Saranno visitate: il Museo della Ceramica di Grottaglie e monumenti della città, rilievo della chiesa anonima in gravina San Giorgio; chiesa rupestre di S. Cipriano e dell’acquedotto del Triglio di Statte; Cripta del Peccato Originale. di Matera; villaggio rupestre di Rivolta. DI GINOSA; chiesa del Padreterno e a quella dell’Assunta a Castellaneta; siti rupestri di Massafra; Visita guidate su traini e calessi monumenti di Massafra; alcune chiese rupestri di Palagianello; chiese di Sant’Angelo e San Nicola di Mottola; escursione speleologica;…
Fittissimo il programma. Intanto ricordiamo che il coordinamento generale è di Roberto Caprara  (Archeogruppo onlus, Massafra), Carmela Crescenzi (Università di Firenze - Dip. Architettura - Storia, Disegno, Progetto) e Giulio Mastrangelo (Archeogruppo onlus, Massafra).
Il Progetto grafico, invece, è di Make People Do di Gabriella Mastrangelo e Rossella Tricarico. Make People Do è un progetto culturale nato dall’esigenza di riflettere su tematiche progettuali legate all’architettura rupestre e alle tecniche artigianali locali. Nella foto di Umberto Ricci un tratto di parete della gravina della Madonna della Scala.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)