Privacy Policy politicamentecorretto.com - Mutazione del codice etico

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Mutazione del codice etico

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

La paura e ad un tempo la forza militare hanno fatto sì che per gli ebrei di Israele sia mutato il codice etico. Mi riferisco ad un'intervista di diversi anni fa che Moni Ovadia rilasciò alla giornalista Laura Tussi sul Calendario del Popolo (n. 660 - gennaio 2002), in cui dichiarava: "L’esistenza umana è inviolabile, la violenza è ingiusta nella consapevolezza del codice etico ebraico". La paura e la forza militare hanno fatto sì che la violenza per gli Israeliani sia diventata cosa giusta. Hanno ragione ad aver paura, ma se lasciassero buona parte almeno dei territori che occupano abusivamente, e mantenessero la forza militare, forse molta paura passerebbe, anche perché se fossero ugualmente minacciati, il mondo intero si schiererebbe dalla loro parte.

Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)