Privacy Policy politicamentecorretto.com - Roma, una città a misura di neonato

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Roma, una città a misura di neonato

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image
Io ho capito che cosa voleva dire il sindaco Marino, quando durante la campagna elettorale, con voce come incrinata dalla commozione, ripeteva che avrebbe trasformato Roma in una città a misura di bambino. Lui pensava ai neonati, ancora nella loro culla, e non costretti a recarsi a scuola, a passare sui marciapiedi occupati perennemente spudoratamente abusivamente dai venditori ambulanti, a servirsi dei mezzi pubblici e in particolare della linea B della metropolitana. Se avessi il dono di saper disegnare, la metropolitana di Roma, la raffigurerei così in una vignetta: al posto dei vagoni una serie di scatole di sardine, e al posto delle ruote tante chioccioline.
Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)